L’ultimo giorno di primavera un romanzo che parla di infanzia anche agli adulti

Ci sono libri che nascono per segmenti di lettori molto specifici e definiti (età, sesso, competenze tecnico-professionali, ecc.). Questo no.

Questo è un libro ibrido. I target qui non c’entrano. C’entra semmai l’infanzia.

E l’infanzia non è un periodo della nostra vita che ci interessa nel solo momento in cui la viviamo.

L’infanzia è sempre con noi. Al nostro fianco. Davanti o dietro di noi. Dentro o fuori.

Anche quando ce la siamo dimenticata o pensiamo di averla superata per sempre, è presente come la più grande delle assenze. E può suscitare sentimenti di nostalgia, malinconia, rimpianto, dolore, gioia o felicità. Sentimenti che ci portiamo appresso per tutta la vita.

L’infanzia è nel mondo.

L’infanzia riguarda il genere umano, non uno specifico target fissato a tavolino da un’agenzia letteraria o da una casa editrice.

Ecco cosa ne pensa in proposito Daniele Mocci, autore del romanzo nonché copywriter di INTU Agency, sceneggiatore di fumetti e docente di sceneggiatura: “Mi è sempre suonato strano che un libro che parla di bambini o che ha uno o più bambini come protagonisti debba per forza essere rivolto solo a un pubblico di bambini. Anzi, mi è sempre sembrato folle!”.  

Con L’ultimo giorno di primavera, insomma, si vuole dà anche agli adulti l’opportunità di leggere una storia che parla non tanto e non solo “a” un bambino, ma “di” un bambino e del suo mondo. Soprattutto del suo mondo interiore.

E lo fa con un’avventura che, come le favole, può essere letta da persone di tutte le età.

Il libro è stato pubblicato nel dicembre del 2019 dalla casa editrice Condaghes di Cagliari. A febbraio 2020, dopo l’esaurimento della prima tiratura, è stata stampata e distribuita la seconda edizione.

È disponibile e ordinabile in libreria e in numerosi siti web specializzati nella vendita di libri, anche in formato ebook.

La trama

Come per effetto di una bizzarra maledizione, anno dopo anno sempre più persone si convincono che Lorenzo compia gli anni il 21 giugno anziché il 20, l’ultimo giorno di primavera. Quando manca solo un giorno al suo decimo compleanno, la faccenda si complica. Dietro quella data sbagliata c’è molto più di quanto Lorenzo abbia mai immaginato. Solo lui potrà scoprirlo, se avrà il coraggio di affrontare le prime vere sfide della sua vita.

Titolo: L’ultimo giorno di primavera

Autore: Daniele Mocci

Editore: Condaghes

Pagine: 208

Data di uscita: novembre 2019

Seconda edizione: febbraio 2020

Prezzo: € 12,00 (edizione cartacea) / € 3,99 (ebook)

Dimensioni: cm 15×21

Illustrazione di copertina: Luca Usai